top of page

PASOLINI

PASOLINI

VS

MARAINI

4-copia.png

" Sei venuto a trovarmi in un sogno inaspettato, e non sono riuscita a rivolgerti una parola per il tuo improvviso svanire, mi sono detta: forse potrò finalmente parlargli senza l'ansia della fuga.

Potrò incamminarmi in quel misterioso sentiero in mezzo ai boschi dei ricordi che tante volte ho iniziato a tracciare ma sempre poi tirandomi indietro, impaurita dalla forza di quei luoghi reconditi e inaccessibili."                                                                                                                                                                                                                     Dacia Maraini

Genere  

Sculpture dance + Teatro + Voice over Dacia Maraini

 

Durata

50’ senza intervallo

 

Creazione di coreografie, scene, costumi, disegno luci

Emiliano Pellisari

Co-Coreografa & prima ballerina, music producer

MARIANA/P

Scenografie

Marco Visone

Cast

1 ballerina + 1 performer

Musica

Elettronica e classica contemporanea

E’ venuto fuori, per caso, dalle fucine della Nogravity, il progetto di un piccolo gioiellino di danza e poesia con l’aiuto e la voce di DACIA MARAINI.
Sulla falsariga delle ultime produzioni col nuovo set up nogravity 3D dove la ricerca coreografica, la composizione fotografica e lo studio dei testi sono al centro del percorso artistico di Emiliano Pellisari e Mariana Porceddu, da soli sul palco.
Un piccolo allestimento sperimentale semplice ma dall’immaginario forte e meraviglioso nella migliore tradizione Nogravity.
Una ricerca coreografica sul corpo e sull’identità sessuale di Pasolini attraverso la lente di ingrandimento di una scrittrice che ha saputo vaticinare il futuro e che memore dell’amicizia e dell’intimità ha saputo indagare nei meandri della mente e del cuore di Pasolini .
Le azioni coreografiche sul palco sono accompagnate dalla voce di Dacia Maraini che legge le più belle pagine del suo ultimo libro ‘Caro Pier Paolo’.

 

(lettera di Emiliano Pellisari ad Antonio Falduto / Roma, gennaio 2022)

bottom of page